Archivio della categoria: Contorni

Fagioli all'uccelletto

Fagiuoli a guisa d’uccellini

Dalla Puglia mi sono arrivati in regalo dei fagioli secchi buonissimi: certo non potevo non cucinarli e così ho scelto di provare una ricetta semplice, un classico della cucina italiana, riportata nel celeberrimo libro La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi.

I fagiuoli a guisa d’uccellini (o fagiuoli all’uccelletto) sono una delizia e sono tra le ricette più semplici da realizzare. Si lessano i fagiuoli e li si scola. In un tegame si fa scaldare dell’olio con diverse foglie di salvia. Quando l’olio “grilletta forte” si uniscono i fagioli, li si condisce con sale e pepe e li si fa soffriggere quel tanto che serve per assorbire un po’ l’olio, unendo poi un po’ di sugo di pomodoro. Una volta incorporato bene il sugo li si toglie dal fuoco e li si serve.

Questa ricetta si può fare con tutti i fagioli a buccia fine. Occorre ricordarsi, nel caso in cui come me si usino fagioli secchi, di metterli a bagno la sera prima. Un suggerimento per chi non è abituato ad usare i fagoli secchi: ricordatevi che mettendoli a bagno aumentano parecchio di peso.

Gratin di patate agli aromi

Gratin di patate agli aromi

La sezione contorni non poteva che essere inaugurata con una ricetta il cui ingrediente principale sono le patate. In particolare ho scelto di iniziare da una ricetta trovata su Il meglio di sale e pepe – Piccoli e grandi contorni, ovvero il gratin di patate agli aromi.

INGREDIENTI(6 PERSONE)

  • 1 kg di patate, possibilmente a pasta gialla
  • 200 g di Gruyère o Emmentaler
  • 2 uova
  • 1 dl di latte fresco
  • 1 dl di panna fresca
  • un mazzetto di timo
  • un mazzetto di prezzemolo
  • 30 g di burro
  • noce moscata
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO

Dopo averle pulite, lavate ed asciugate, si tritano le erbe aromatiche finemente. Si grattuggia il formaggio con una grattuggia a fori grossi. Si sbucciano le patate, le si lava e le si taglia a fette di 2-3 mm di spessore. Dopo aver imburrato una pirofila, si copre il fondo con uno strato di patate e le si spolverizza con un pizzico di sale, erbe aromatiche e Gruyère. Si prosegue ripetendo gli strati fino ad esaurire gli ingredienti, tenendo da parte un cucchiaio di formaggio. In una ciotola di mescola il latte con la panna, un pizzico di sale, una grattuggiata di noce moscata e una macinata di pepe. Poi si aggiungono nella stessa ciotola le uova sbattute a parte. Dopo aver versato il composto così ottenuto sulle patate, si cosparge la superficie con il Gruyère tenuto da parte e si cuoce il tutto in forno già caldo a 200° per circa 45 minuti, finché tutto il liquido è assorbito e la superficie risulta dorata.