Archivio tag: Liguria

20170811_185956-1

Focaccina bagnata, focaccina fortunata

Potevo andare in vacanza in Liguria e perdermi una sagra completamente senza glutine?

Ovviamente no. Nonostante il freddo e le pioggia a singhiozzo ci siamo mossi da Altare alla volta di Stella San Giovanni, dove l’11 e 12 agosto si è tenuta la sagra Danze e pietanze. Dalla richiesta di due soci del circolo Anspi di Stella di introdurre alimenti senza glutine nelle sagre di paese, dato che le figlie sono celiache, è nata una rassegna ormai diventata completamente gluten free.

Una formula vincente che consente a noi celiaci di poter mangiare tutti i piatti presenti, a chi è anche intollerante al lattosio di poter scegliere almeno un primo, un secondo e un dolce e a chi non ha problemi alimentari di mangiare piatti buonissimi.

La cucina è stata completamente pulita prima di iniziare a preparare le pietanze e l’impegno di organizzatori e volontari è stato premiato dal fatto che, nonostante il tempo, tante persone si sono recate alla festa per poter gustare i piatti che avevano preparato con attenzione.

Ovviamente volevo mangiare tutto, ma, complici il vento e il freddo, che hanno reso difficile mangiare sulle panche all’esterno, alla fine ho optato per assaggiare “solo” alcuni piatti: focaccine, ravioli con brie e salsa di pere, fagottino alla valdostana, salsiccia e patatine fritte, sorbetto e semifreddo al caffè (questi ultimi due divisi con il mio compagno che si è goduto una frittura di totani con patatine).

Il programma della festa comprendeva anche una tavola rotonda di apertura sulla Celiachia, l’apertura straordinaria del Museo Biblioteca Casa Natale Sandro Pertini, aperitivo e musica.

Presente anche un giornalista del Secolo XIX, che ci ha intervistati sull’evento. Se volete vederci sfatti, infreddoliti, ma contenti e a pancia piena, potete cliccare qui.

Non mi resta che postarvi le foto del buon cibo che ci siamo gustati, sperando che anche il prossimo anno venga organizzata la sagra gluten free di Stella San Giovanni.

Alla prossima

Pepper

 

 

wp-1473590813323.jpg

We love Liguria (glutenfree)

Vi avevo già parlato della Liguria, descrivendovi i luoghi dove ho mangiato nella mia ultima visita a Genova e il mio lunch a Savona allo Sleek Burger Café & Bakery.
Saranno ancora molte le recensioni che scriverò su questa terra, perché la Liguria mi sta entrando un po’ nel cuore e ogni volta che ci torniamo scopriamo sempre cose nuove.

Due sono le volte in cui siamo saliti ad Altare ad agosto e ho avuto la fortuna di poter restare là per una settimana intera, godendomi qualche giorno di riposo da sola dopo tanto lavorare. Oggi vi voglio raccontare alcuni posti dove ho mangiato in quei giorni di vacanza.

Il primo sabato sera ci siamo ritrovati a mangiare in un posto trovato su TheFork (app che ci sta dando diverse soddisfazioni): la Taverna dello zio Fester si trova in via Giacomo Leopardi 9/R a Vado Ligure. Non è nel circuito AFC, ma personalmente non ho avuto problemi, se non quello di trovare l’entrata (si trova dentro il tennis club). L’atmosfera è quella di una festa di paese, il personale è molto simpatico, il servizio veloce.

 

Il martedì abbiamo deciso di scendere al mare a fare una passeggiata, ma il posto dove solitamente mangiamo ad Albisola Marina era chiuso. Applicazione dell’AIC alla mano, abbiamo trovato un posto a Celle Ligure e prenotato immediatamente su TheFork. Il locale in questione è il Ristorante Torre, fa anche da hotel e mi è piaciuto così tanto che il giorno successivo ci sono tornata con i miei genitori che erano saliti a trovarci. Un menu completo senza glutine, personale preparato, dolci squisiti, con un panorama che da un senso di pace. Assolutamente da provare.

Al ritorno del mio compagno (lui purtroppo non aveva ferie e quindi per tre giorni è tornato al lavoro) abbiamo deciso di andare a prendere il gelato a Carcare e abbiamo scovato un locale dove non solo fanno un gelato molto buono, ma sul menu c’è la possibilità di avere panini senza glutine e addirittura un aperitivo. Si tratta del bar gelateria creperia Antico Borgo, il cui ingresso non rimane sulla via segnata dall’applicazione AIC (che è la via ufficiale della gelateria), ma resta di fronte a via donatori di sangue. Anche in questo caso abbiamo trovato il personale del locale disponibile e molto preparato.

 

La sospresa più grande in questa vacanza però, e la più piacevole, è stata la scoperta che alla festa medievale di Cairo Montenotte ci sarebbe stato uno stand senza glutine. Ovviamente non ho perso l’occasione e i volontari dell’AIC Liguria hanno servito dei piatti buonissimi. Per la prima volta da anni ho potuto gustarmi piatti “da festa di paese”, il tutto contornato da ottime patatine fritte e da una festa veramente molto carina.

 

Prima di tornare a casa abbiamo pranzato in uno dei nostri “posti abituali” e, a dirla tutta, ci siamo tornati anche un paio di weekend dopo per prenderci una pizza nella nostra giornata di mare con tanto di lettino in prima fila in spiaggia. Si tratta del ristorante-pizzeria Au Carruggiu. Il proprietario è il fondatore della Gluten Out, azienda di prodotti senza glutine con sede a La Spezia, e tutto il menu si può avere in versione glutenfree. Vi lascio con le foto dei piatti gustati durante questa breve vacanza proprio Au Carruggiu e con la promessa che presto ci saranno altri articoli e altre recensioni su questa terra stupenda.

La vostra Pepper

20150729_171016

Altare (Nord Italia – parte terza)

Altare, piccolo comune della provincia di Savona: sono venuta a sapere della sua esistenza solo un paio di anni fa, quando il mio attuale compagno mi ha invitata a vederlo, ma me ne sono innamorata subito.

E’ strano per molti che un paesino così piccolo piaccia così tanto, eppure la pace e la tranquillità che provo in quel luogo l’ho provata in pochi altri posti e per chi, come me, lavora e ha mille impegni e doveri, alla fine è proprio questo senso di pace che conta.

Così, in questa vacanza, abbiamo deciso di rendere omaggio a quella zona mostrando anche a voi una piccola parte di Altare, solo un asssaggio, fatto di registrazioni amatoriali con il cellulare, per farvi capire quanta bellezza e quanta storia si può trovare anche in un paese piccolo.

Prima di parlarvi dell’ultima tappa del nostro viaggio per il nord Italia, vi lascio quindi alla visione di questo breve video, che potete gustarvi cliccando qui.

Alla prossima.

Pepper